domenica 31 maggio 2015

Bando nazionale:"CheFare".

Finalità:
Il fine del seguente bando sarà quello di:  
-Assegnare un contributo a favore di un progetto d'innovazione culturale caratterizzato da un forte impatto sociale,che integri al meglio i criteri indicati nei successivi articoli;
-Sviluppare a favore degli enti partecipanti un ecosistema comunicativo, ossia un network a livello nazionale avente ad oggetto l’impresa sociale per cambiare gli argomenti di dibattito.
Beneficiari:
Potranno inoltrare richiesta di contributo tutte le imprese non profit, low profit e profit:
*Associazioni, comitati, organizzazioni di volontariato, fondazioni, imprese sociali, società di persone, società di capitali, società cooperative, società consortili, organizzazioni non governative, associazioni di promozione sociale, Onlus, associazioni e le società sportive dilettantistiche.
I progetti dovranno operare nei campi della cultura umanistica generalmente intesa, ovvero letteratura, musica, teatro, danza, pittura, cinema, video, fotografia, arti plastiche, performing arts, editoria, filosofia, pedagogia, psicologia, sociologia, antropologia (“Progetto/Progetti”).
Ciascun progetto inoltre dovrà essere connotato, in tutto o in parte, dalle seguenti caratteristiche:
-Promuovere l’equità economica e contrattuale dei lavoratori impiegati, con particolare riferimento alle tipologie di contratti che si vorrebbero attivare nella realizzazione dei Progetti Vincitori del Bando “cheFare”;
-Promuovere la collaborazione - Attivare e incrementare la capacità di relazione e interazione con soggetti terzi attraverso la costruzione di reti territoriali e reti on-line;
-Essere economicamente sostenibili nel tempo - La sostenibilità economica, oltre a riferirsi al grado di equità sociale del Progetto, dovrà garantire la possibilità dello stesso di mantenersi attivo ed efficiente in un arco di tempo limitato e definito;
-Sarà valutato positivamente il ricorso ad ogni strategia di progettazione,produzione, gestione, distribuzione dei contenuti che inquadri la cultura come bene comune (tecnologie hardware e software opensource e freesoftware, impiego di licenze Creative Commons, etc);
-Avere un impatto sociale territoriale positivo:”Attraverso le attività del Progetto, promuovere la coesione sociale nei territori e nelle comunità di riferimento, favorire l’accesso alla cultura e ai saperi e facilitare la fruibilità dei prodotti culturali da parte della collettività”;
-Ricercare forme innovative di progettazione, produzione, distribuzione e fruizione della cultura;
-Essere scalabile e riproducibile - I progetti dovranno ambire ad un ulteriore sviluppo dimensionale e/o alla replicabilità in condizioni e ambiti differenti;
-Capacità di coinvolgere le comunità di riferimento e i destinatari del Progetto nella comunicazione delle proprie attività.
Agevolazioni:
Ad ognuno dei soggetti vincitori - tre in tutto - verrà riconosciuto un contributo pari a 50.000,00 Euro. Tali contributi verranno erogati in due tranches da 25.000 Euro ciascuno. La prima tranche sarà erogata entro tre mesi dalla proclamazione dei Progetti Vincitori.
La seconda con altri due versamenti cadenzati da 12.500 Euro ciascuno,vincolati ad una serie di incontri periodici di monitoraggio.
Scadenza:
Il termine ultimo per potervi partecipare è il 1° Luglio 2015.
Link: